RAPPORTO 2002
SU MAGIA ED ESOTERISMO IN ITALIA
 

www.antiplagio.org - www.isolasarda.com/antiplagio.htm

barra.gif (1564 bytes)

NOVITA': MAGIA ED ESOTERISMO IN ITALIA (2002/2003) RAPPORTO ANNUALE

PREMESSA
Telefono Antiplagio è un comitato di volontariato autofinanziato che dal 1994 tutela le vittime di ciarlatani e santoni, tramite segnalazioni e denunce alle autorità competenti o intervenendo all'interno di sètte e gruppi per liberare cittadini irretiti. Una mail (antiplagio@infinito.it) e un numero telefonico a parte (338.8386000) sono riservati alle segnalazioni di soprusi nei confronti di minori e abusi nelle telecomunicazioni: a tal fine è stato istituito anche un apposito Osservatorio Televisivo.

N.B. FARE IL "MAGO" IN ITALIA E' VIETATO PER LEGGE
1) L'articolo 121 del T.U.L.P.S. cita: <<E' vietato il mestiere di ciarlatano>>. 2) L'art. 231 del relativo regolamento per l'esecuzione specifica: <<Sotto la denominazione di "mestiere di ciarlatano"... si comprende ogni attività diretta a speculare sull'altrui credulità o a sfruttare od alimentare l'altrui pregiudizio, come gli indovini, gli interpreti di sogni, i cartomanti, coloro che esercitano giochi di sortilegio, incantesimi, esorcismi o millantano o affettano in pubblico grande valentia nella propria arte o professione o magnificano ricette o specifici, cui attribuiscono virtù straordinarie o miracolose>>. 3) Il Decreto Legislativo n. 480 del 13 luglio 1994 ha aggravato le sanzioni previste: <<... pagamento di una somma da lire un milione a lire sei milioni>> (art. 3). 4) La Circolare Ministero dell'Interno 559/LEG/200.112-bis del 3 ottobre 1994 ha invitato prefetti, commissari del Governo, questori ecc. ad applicare le sanzioni previste: <<per le infrazioni alle seguenti disposizioni del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza...>>, tra cui la: <<violazione al divieto di esercizio del mestiere di ciarlatano>>, e ad ordinare la cessazione dell'attività. 5) La norma in questione nel '95 è stata ribadita dalla Cassazione (sent. 5582): <<L'attività di "mago"... giuridicamente si inquadra nel mestiere di "ciarlatano", espressamente vietato dall'art. 121 ultimo comma T.U.L.P.S.>>. Queste leggi e/o disposizioni nel nostro Paese non vengono fatte rispettare.

INIZIO ATTIVITA' TELEFONO ANTIPLAGIO: OTTOBRE 1994
Segnalazioni di raggiri, truffe e abusi ricevute in sette anni: oltre 7.500 (per telefono, posta ordinaria, posta elettronica)
"Maghi" e astrologi reclamizzati in Italia: c. 7.000 (su radio, tv , giornali e internet)
Non-reclamizzati: c. 15.000
Totale: 22.000 (il 75% delle segnalazioni riguarda i "maghi" non-pubblicizzati)
Suddivisione numerica percentuale, per aree geografiche: Nord 43%, Centro 30%, Sud e Isole 27%
Illeciti più frequenti: esercizio del mestiere di ciarlatano, evasione fiscale, circonvenzione d'incapace, truffa, truffa aggravata, estorsione, esercizio abusivo di professione (soprattutto medica e psicologica), abuso della credulità popolare, trattamento idoneo a sopprimere la coscienza o la volontà altrui, stato di incapacità procurato mediante violenza, minacce, violazione della privacy, pubblicità ingannevole.
Solo 5 cittadini su 100 sporgono denuncia: per paura di ricatti, vergogna, ritorsioni ecc.
Età media vittime: 47 anni
Titolo di studio: 40% licenza elementare, 46% licenza media, 14% diploma e/o laurea
Cittadini che hanno avuto rapporti con "maghi" e astrologi: c.15% (8 milioni) - Famiglie coinvolte: c. 3 milioni e mezzo
Cittadini che hanno rapporti con "maghi" e astrologi: c. 2% (1 milione) - Famiglie coinvolte: c. 400.000
Motivazioni: affetti 40%, richiesta protezione (rituali, talismani ecc.) 25%, salute 20%, problemi di lavoro 15%
Distinzione per sesso: donne 57%, uomini 39%, minori e bambini 4%
Bambini e minori attratti dalla "magia" o vittime di abusi o lettori di pubblicazioni del settore e siti internet "esoterici": c. 33 su 100 (fonte Telefono Arcobaleno)
tra i 6 e i 10 anni = 3%
tra gli 11 e i 14 = 9.5%
tra i 15 e i 17 = 21%
Incasso annuo di "maghi", astrologi, sètte, riviste del settore ed altre pubblicazioni: 5 milioni di euro (fonti: CEI, Conferenza Episcopale Italiana, Telefono Arcobaleno)
Evasione fiscale: 96%
Evasione fiscale più rilevante di un solo "mago": 3,5 milioni di euro in 3 anni (Cagliari)
Esborso singolo più consistente: 500 mila euro (prov. Torino)
Autorità informate da Telefono Antiplagio: oltre 8.000, di cui 100 per pubblicità ingannevole; nel 90% dei procedimenti l'Antitrust ha emesso condanna.
Indagini in corso: c. 1000
Principali fonti di guadagno di "maghi" e astrologi: linee audiotel o chat line (144, 166, 899, 002 ecc.), periodici del settore (Astra, Sirio), Pagine Gialle (Seat), Pagine Utili (Mondadori), internet, televisione, radio, posta ordinaria (lettere minatorie, catene di sant'Antonio ecc.)

DATI PER REGIONE E PER PROVINCIA (il numero a sinistra indica la posizione in classifica)
12) ABRUZZO: 300 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 20.000 - giro d'affari, 10 milioni di euro. L'Aquila: 80 "maghi". Chieti: 60. Pescara: 120. Teramo: 40.
18) BASILICATA: 150 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 10.000 - giro d'affari, 5 milioni di euro. Potenza: 80 "maghi". Matera: 70.
10) CALABRIA: 400 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 30.000 - giro d'affari, 15 milioni di euro. Catanzaro: 80 "maghi". Cosenza: 80. Crotone: 60. Reggio C.: 150. Vibo Valentia: 30.
2) CAMPANIA: 2.000 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 140.000 - giro d'affari, 75 milioni di euro. Napoli: 1600 "maghi". Avellino: 40. Benevento: 50. Caserta: 60. Salerno: 250.
6) EMILIA ROMAGNA: 1.000 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 70.000 - giro d'affari, 40 milioni di euro. Bologna: 320 "maghi". Ferrara: 80. Forlì: 70. Modena: 120. Parma: 100. Piacenza: 70. Ravenna: 80. Reggio Emilia: 80. Rimini: 80.
12) FRIULI VENEZIA GIULIA: 300 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 20.000 - giro d'affari, 10 milioni di euro. Trieste: 130 "maghi". Gorizia: 40. Pordenone: 60. Udine: 70.
2) LAZIO: 2.000 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 140.000 - giro d'affari, 75 milioni di euro. Roma: 1.700 "maghi". Frosinone: 60. Latina: 100. Rieti: 60. Viterbo: 80
10) LIGURIA: 400 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 30.000 - giro d'affari, 15 milioni di euro. Genova: 300 "maghi". Imperia: 25. La Spezia: 40. Savona: 35.
1) LOMBARDIA: 2.500 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 180.000 - giro d'affari, 90 milioni di euro. Milano: 1.600 "maghi". Bergamo: 150. Brescia: 200. Como: 80. Cremona: 80. Lecco: 70. Lodi: 70. Mantova: 60. Pavia: 80. Sondrio: 30. Varese: 80.
12) MARCHE: 300 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 20.000 - giro d'affari, 10 milioni di euro. Ancona: 100 "maghi". Ascoli Piceno: 60. Macerata: 40. Pesaro Urbino: 100.
19) MOLISE: 100 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 7.000 - giro d'affari, 5 milioni di euro. Campobasso: 70 "maghi". Isernia: 30.
5) PIEMONTE: 1.200 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 85.000 - giro d'affari, 45 milioni di euro. Torino: 750 "maghi". Alessandria: 80. Asti: 70. Biella: 60. Cuneo: 60. Novara: 80. Verbania: 40. Vercelli: 60.
6) PUGLIA: 1000 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 70.000 - giro d'affari, 40 milioni di euro. Bari: 500 "maghi". Brindisi: 70. Foggia: 150. Lecce: 80. Taranto: 300.
15) SARDEGNA: 200 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 15.000 - giro d'affari, 7 milioni di euro. Cagliari: 100 "maghi". Oristano: 20. Nuoro: 20. Sassari: 60.
4) SICILIA: 1.500 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 100.000 - giro d'affari, 60 milioni di euro. Palermo: 600 "maghi". Agrigento: 60. Caltanissetta: 60. Catania: 250. Enna: 40. Messina: 200. Ragusa: 60. Siracusa: 150. Trapani: 80.
8) TOSCANA: 600 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 40.000 - giro d'affari, 20 milioni di euro. Firenze: 150 "maghi". Arezzo: 70. Grosseto: 30. Livorno: 80. Lucca: 50. Massa Carrara: 30. Pisa: 60. Pistoia: 30. Prato: 80. Siena: 20
15) TRENTINO ALTO ADIGE: 200 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 15.000 - giro d'affari, 7 milione di euro. Trento: 100 "maghi". Bolzano: 100.
15) UMBRIA: 200 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 15.000 - giro d'affari, 7 milioni di euro. Perugia: 130 "maghi". Terni: 70.
20) VALLE D'AOSTA: 30 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 2.000 - giro d'affari, 1 milione di euro. Aosta: 30 "maghi".
9) VENETO: 500 "maghi" - cittadini che si rivolgono, 35.000 - giro d'affari, 18 milioni di euro. Venezia: 130 "maghi". Belluno: 30. Padova: 70. Rovigo: 50. Treviso: 60. Verona: 100. Vicenza: 60.

Le 10 province con il più alto numero di "maghi" e astrologi: Roma, Milano, Napoli, Palermo, Torino, Bari, Bologna, Firenze, Reggio Calabria, Venezia

MOVIMENTI "ESOTERICI": c. 600 35% nord (c. 210), 34% centro (c. 205), 31% sud e isole (c. 185)
(1) PSICOANALITICI E CURATIVI: da 200 a 250 Sviluppano varie tecniche pseudo-psicologiche applicate alla cura dei traumi inconsci. La tendenza "psicoanalitica", purtroppo, è al terzo posto (in un ipotetico podio già occupato dalla "new age" e dagli auto-guaritori). Il danno causato alle vittime è particolarmente serio (rovina, pazzia, suicidio), poiché in questo tipo di sètte le tecniche di manipolazione mentale sono estremamente sofisticate.
(2) APOCALITTICI E/O DI MATRICE CRISTIANA: da 150 a 200 Predicono tutti un imminente cataclisma mondiale (come quelli già annunciati dai Testimoni di Geova per il 1874, 1914, 1925 e 1975), riferendosi sia all'Apocalisse del Nuovo Testamento che alle dottrine induiste dei cicli (reincarnazione o metempsicosi).
(3) DI ISPIRAZIONE ORIENTALE: da 100 a 150 Si rifanno all'induismo, allo yoga, al buddhismo, alle nuove religioni giapponesi, alle sètte islamiche ecc., ma ne stravolgono il messaggio per fini personali e di potere.
(4) SATANICI: da 20 a 30 Hanno in comune le pratiche spiritiche e il ritorno all'adorazione dell' "avversario" (Satana) della tradizione biblica, con un'abbondante demonologia di basso livello culturale e inesistente valore teologico. Riguardano pure alcune bands musicali. Ispirano timori che non devono essere presi alla leggera perché, sull'esempio dei "colleghi" USA e dei Paesi scandinavi, potrebbero abbandonare le loro attività folcloristiche per azioni criminali: profanazioni di cimiteri, traffico di droga, abusi su minori, maltrattamento e uccisione di animali, reati di sangue. Non conoscono il significato del 666. Tale numero, in realtà, nasce da una formula utilizzata dall'autore dell'Apocalisse per indicare l'imperatore Domiziano, senza correre il rischio di essere accusato. Domiziano perseguitava i cristiani; quindi era considerato un "anticristo". Domiziano era l'8° imperatore: se si sommano tutti i numeri che vanno da 1 a 8 (1+2+3… ) si ottiene 36. Sommando poi tutti i numeri che vanno da 1 a 36, si ottiene 666. Si chiama teoria del numero triangolato (nacque in Grecia).

Le 10 province con il più alto numero di sètte: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Genova, Bari, Bologna, Firenze, Venezia

N.B. MOLTI DI QUESTI GRUPPI SONO VERE E PROPRIE ASSOCIAZIONI SEGRETE, IN CONTRASTO CON L'ARTICOLO 18 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

UN ANNO DI CRONACA


Novembre 01 - Treviso, studentessa universitaria viene avvicinata da alcuni giovani che, dopo qualche tempo, la stordiscono con un intruglio, la bendano e la inducono a partecipare a una messa satanica, abusandone sessualmente e minacciandola.
11/01 - Venezia, cartomante (Jennifer) viene condannata in più occasioni per truffa; la Guardia di Finanza, contestualmente, scopre un'evasione fiscale di 200 milioni di lire.
11/01 - Palermo, donna condannata a 3 mesi di reclusione per aver imbottito di psicofarmaci la figlia di 4 anni, perché troppo vivace, provocandole allucinazioni.
11/01 - Trento, prima udienza del processo contro una cartomante (Alexis Daniels) che ha chiesto a una donna 91 milioni di lire per togliere il malocchio al marito, gravemente malato.
11/01 - Imperia, arrestata commerciante (Natalina B.), con la passione della "magia", per tentata estorsione.
11/01 - Ferrara, rinviata a giudizio Giuseppina d.B. (sedicente "maga" della verità) per circonvenzione d'incapace, al fine di ricavare un ingiusto profitto (20 milioni di lire) da una ragazza di 32 anni con problemi di salute.
11/01 - Como, Nadia P.R. ("maga" Luna) viene iscritta nel registro degli indagati, insieme a due complici, per truffa, falso, ricettazione e tentata estorsione ai danni di una pensionata che, per pagare la ciarlatana (200 milioni di lire), è stata costretta ad ipotecare la casa.
11/01 - Imperia, la Polizia arresta il "mago" Ares (Carmelo P.) per truffa e ricettazione.
11/01 - Milano, Wanna Marchi, la figlia Stefania, il "maestro di vita" Do Naisimento e soci vengono "denunciati" da "Striscia la notizia".
Dicembre 01 - Roma, Telefono Antiplagio denuncia all'Antitrust una televendita ingannevole di "Striscia la notizia", presentata dalle "veline" e dal Gabibbo, riguardante un prodotto dimagrante anticellulite (fiori di Bach); l'Antitrust apre un procedimento e a luglio condanna il messaggio; da "Striscia" nessun mea culpa.
12/01 - Torino, denunciati furti di ostie consacrate all'interno di tre chiese.
12/01 - Mantova, due ciarlatani (Thomas e "mago" di Sirmione) vengono denunciati dalla Guardia di Finanza per aver nascosto al fisco oltre 200 milioni di lire.
12/01 - Vercelli, il "maestro di vita" Do Naisimento e Stefania Nobile (figlia di Wanna Marchi) sono rinviati a giudizio per circonvenzione d'incapace, a danno di più persone, al fine di ricavare un ingiusto profitto: 30 milioni di lire (episodio verificatosi prima delle "denunce" di "Striscia").
12/01 - Brindisi, la Guardia di Finanza denuncia una sedicente "maga" (Margherita L.), dedita all'esoterismo e alla demonologia, per truffa e abuso della credulità popolare: prometteva alle vittime di liberarle dal malocchio e colpire i loro nemici con terribili fatture, chiedendo somme di denaro ed effetti personali.
12/01 - Como, giovane donna ruba 2 milioni di lire al padre per pagare un "mago" che sostiene di riuscire a farla riconciliare con il fidanzato.
12/01 - Firenze, prima udienza del processo contro il "mago" Meandrus e la cartomante "Fatima", accusati di truffa per aver chiesto dai 3 ai 14 milioni di lire alle loro vittime per ristabilire relazioni sentimentali ed eliminare malocchi.
12/01 - Salerno, indagata "maga" per aver preparato un "filtro d'amore" a pagamento.
12/01 - Napoli, casalinga denuncia "mago-esorcista" (Alfredo T.) che le ha chiesto 3 milioni di lire e oggetti preziosi per risollevare le sorti economiche dell'azienda familiare.
12/01 - Cagliari, Rimini, emergono nuovi casi di truffa perpetrati da Wanna Marchi e c., per somme di denaro che oscillano tra i 20 e i 35 milioni di lire; una donna, per procurarsi il denaro, si è dovuta prostituire.
Gennaio 02 - Milano, Wanna Marchi, la figlia Stefania Nobile ed altre 6 persone vengono arrestate dalla Polizia Tributaria per truffa ed estorsione.; il "maestro di vita" Do Naisimento fa perdere le sue tracce; la somma estorta si aggira intorno ai 30 milioni di euro, le vittime sono 300 mila; l'Antitrust aveva denunciato il fatto 7 volte, nessuno è mai intervenuto.
01/02 - Savona, il "mago di Cengio" (Giovanni B.), sedicente "guaritore", viene denunciato per truffa, circonvenzione d'incapace e usurpazione di titolo.
01/02 - Reggio Emilia, arrestata nigeriana (Anita O.) per aver obbligato alcune connazionali a prostituirsi: faceva leva sulle loro paure religiose e credenze "magiche".
01/02 - Forlì, riarrestata "Mamma Ebe", insieme ad un medico e ad altri 25 collaboratori, per associazione a delinquere, esercizio abusivo di professione sanitaria, falso ideologico, truffa, maltrattamento di minori e sequestro di persona: si faceva pagare anche con gioielli ed oggetti preziosi e propinava cure, prescrivendo farmaci e psicofarmaci (tra cui Prozene).
01/02 - Modena, la finta medium Paola G. rivela che lo spirito di Lucio Battisti non ha mai dettato canzoni dall'aldilà, ma è stata lei ad ingannare Mogol per dimostrare quanto si speculi sul paranormale.
01/02 - Roma, il cartomante Angelo L. viene malmenato da tre "clienti" perché racconta loro eventi spiacevoli.
01/02 - Torino, la Polizia avvia un'indagine su "maghi", cartomanti, lottologi e emittenti che vendono loro gli spazi pubblicitari.
01/02 - Sassari, Telefono Antiplagio denuncia in sede penale due case produttrici di sostanze omeopatiche che nella confezione non indicano la composizione del prodotto.
Febbraio 02 - Milano, viene smascherata (dal quotidiano "Libero") anche "Striscia la notizia": il tg umoristico pubblicizza, su Mediavideo, numeri audiotel a pagamento di cartomanzia, lotto ed astrologia.
02/02 - Grosseto, giovane donna, convinta di essere colpita da malocchio, denuncia una cartomante televisiva che le ha chiesto oltre 2.500 euro, senza rilasciare ricevute fiscali, per improbabili rituali "esoterici".
02/02 - Trento, arrestata per estorsione una nomade (Nives T.) di 51 anni che minaccia una commerciante di malocchio perché non consegna il denaro richiesto.
02/02 - Como, arrestata un "maga" con 20 nomi diversi e 14.000 "clienti" che si pubblicizzava su periodici del settore con foto false; accertati incassi per 30 milioni di euro.
02/02 - Roma, arrestati una dottoressa (Marilena M.) e un sacerdote (Mandio A.) per circonvenzione d'incapace: avevano approfittato dello stato mentale dell'attrice Laura Antonelli per chiederle somme di denaro; sono stati sorpresi con 15.000 euro in tasca.
02/02 - Capodistria (Slovenia), medico condannato a 8 mesi di reclusione per omissione di soccorso e negligenza: aveva prescritto cure omeopatiche a un paziente, affetto da malaria, che non aveva ottenuto risultati ed era deceduto.
02/02 - Palermo, arrestato (insieme a 3 complici) tale "maestro" Luigi: fingendosi "mago", truffava centinaia di persone, affermava di avere l'antidoto per togliere malocchi e fatture e sottraeva ingenti somme di denaro ai malcapitati "clienti".
02/02 - Cosenza, arrestata, insieme ad altre 2 persone, la chiromante di Cleto (Franca P.) per aver seviziato una giovane donna di Amantea che si era rivolta alla ciarlatana per problemi di natura sentimentale.
02/02 - Salerno, arrestato per truffa carabiniere-esorcista: aveva chiesto 40 mila euro per liberare dal demonio una ragazza che non riusciva a sposarsi.
Marzo 02 - Pordenone, denunciate 2 "maghe" televisive (Priscilla e Jennifer) per truffa e minacce: chiedevano da 100 a 13.000 euro per realizzare filtri d'amore e riti antimalocchio.
03/02 - Cagliari, condannata a 6 mesi di reclusione una sedicente "maga" (Fortunata S.) per aver truffato un pensionato, spaventato dalle funeste previsioni della ciarlatana.
03/02 - Torino, la Procura della Repubblica chiede il rinvio a giudizio del sedicente "veggente" di Poirino, proprietario di statue che grondano sangue (il cui DNA però è uguale al suo) per truffa e abuso della credulità popolare.
03/02 - Messina, la statua di padre Pio che "piange" sangue, in realtà è stata imbrattata da un giovane in vena di scherzi.
03/02 - Arezzo, denunciata una "santona" per aver chiesto (e ottenuto) 7.000 euro a una donna con problemi d'amore, avvalendosi di un "manuale per liberare i posseduti dai demoni e dalle streghe".
03/02 - Messina, denunciato un sedicente "pranoterapeuta" per aver abusato della credulità popolare ed esercitato l'attività sanitaria senza autorizzazione; in particolare aveva ingannato un "paziente", sostenendo di poterlo guarire da qualsiasi malattia con l'imposizione delle mani.
03/02 - Savona, prima udienza del processo contro il "mago" di Quiliano, accusato di omicidio volontario: impedì a una vittima di curarsi da un tumore.
03/02 - Roma, l'Ordine dei Medici sottopone a procedimento disciplinare un collega (Tullio Simoncini) che pubblicizza su internet una nuova cura per combattere i tumori, a base di iniezioni di bicarbonato di sodio.
03/02 - Belluno, "maga" greca (Persefoni P.) finisce in cella per truffa: propinava pozioni "miracolose" facendosi pagare 3.000 euro.
Aprile 02 - Lecce, un giovane di 23 anni, fan del satanista Marilyn Manson, si toglie la vita.
04/02 - Bergamo, arrestato mago-satanista (Giovanni C.) per lesioni gravi, violenza sessuale e truffa ai danni di una donna finita sulla sedia a rotelle, a causa delle percosse ricevute; il ciarlatano sosteneva di mettere in contatto le vittime con un demone che avrebbe risolto loro ogni problema.
04/02 - Roma, arrestati 2 "maghi" con più nomi (Asher, Steven, Zenit ecc.) che si scambiavano le vittime, facendosi pagare in contanti e con gioielli; le somme richieste arrivavano fino a 50 mila euro.
04/02 - Prato, arrestato un giovane appassionato di spiritismo che uccide l'amico perché un "mago" gli ha detto che è causa del suo malocchio.
04/04 - Vicenza, i seguaci del "santone" Basmagi, sedicente "messia", sostengono che il guru è morto; in realtà si tratta di uno stratagemma per dimostrare che è in grado di risorgere e per tornare in Italia (nonostante una condanna a 7 anni di reclusione per violenza carnale e la successiva espulsione). Telefono Antiplagio viene a sapere che è già rientrato e denuncia la vicenda alle autorità competenti.
Maggio 02 - Milano, assalito da delirio mistico un padre uccide il figlio di 6 anni, circondando il corpo del bambino con 80 immagini religiose induiste.
05/02 - Siena, arrestato il "mago" Egizio per aver chiesto 20 mila euro a un "cliente" che vuole riconquistare la fidanzata; successivamente il ciarlatano avrebbe minacciato di morte la ragazza e i familiari della vittima.
05/02 - Bari, arrestate 5 persone che raccolgono "offerte" in nome di padre Pio.
Giugno 02 - Genova, il giudice civile condanna il "mago" Otelma a restituire a un "cliente" 4.500 euro (chiesti a suo tempo per riallacciare una relazione sentimentale) più 3.000 euro di spese di giudizio.
06/02 - Bari, condannato il "mago" Nicola a 3 anni di carcere per truffa aggravata: aveva chiesto alle vittime fino a 2.300 euro per eseguire rituali contro fatture, malocchi ed entità negative.
06/02 - Cremona, rinviato a giudizio, insieme ad altre due persone, il "mago" di Agnadello (Dario F.V.), alias "mago" Ghebrah: deve rispondere di abusi sessuali a danno di due bambine, avvenuti nel "tempio dell'occulto" del ciarlatano.
Luglio 02 - Milano, Telefono Antiplagio denuncia l'operatore dell'occulto Mario Azzoni, già ospite del "Costanzo show", che dice di scoprire le malattie dei "clienti" attraverso la negromanzia e che, in passato, ha illuso un ragazzo di guarire dal cancro, chiedendo al padre 28 milioni di lire.
07/02 - Cuneo, arrestata la "santa" di Murazzo (Bruna S.) per aver provocato gravi lesioni a una donna.
07/02 - Catanzaro, i NAS sequestrano il "tempio" a tale "Fratel Diego", accusato di truffa ed esercizio abusivo della professione medica.
Agosto 02 - Salerno, vengono scoperti riti satanici nell'ex ospedale di Sarno e in un paio di chiese sconsacrate: non si esclude che siano tenuti anche in case private; durante gli incontri si consumano alcol e droghe.
08/02 - Bari, dopo il furto di un arazzo raffigurante il volto di Cristo, la Chiesa locale lancia l'allarme: "ad Andria c'è un giro di messe nere".
08/02 - Brescia, trovate tracce di messe nere in una villa della bassa Valtrompia (4 galline sgozzate, 15 rose e 16 candele): avviate indagini su una setta.
Settembre 02 - Vicenza, arrestati per associazione a delinquere, finalizzata alla truffa e all'estorsione, i capi di una setta dai nomi vari (Accademia, Giardino ecc.) che prometteva "scambi energetici" con gli angeli e guarigioni senza farmaci. Sequestrati 150 mila euro.
09/02 - Genova, denunciata "maga" che ha estorto migliaia di euro ad una cinquantenne per farla ricongiungere con il convivente.
09/02 - Ascoli Piceno, un'insegnante denuncia 3 "maghi" per lesioni gravi: per guarire da uno stato di depressione era stata costretta a bere intrugli e a subire esperimenti di ipnosi e sedute di "magnetismo".
09/02 - Firenze, donna che ha versato140 mila euro a Wanna Marchi e c. chiede che sia impedito loro, definitivamente, di entrare nelle case attraverso la tv e creare altre vittime.
09/02 - Firenze, sedicente "maga" raggira un'anziana e le porta via15 mila euro.
09/02 - Milano, sequestrati alla sedicente "maga" Ester 30 milioni di euro: è accusata di riciclaggio di denaro sporco dalla DIA (Direzione Investigativa Antimafia).
Ottobre 02 - Verona, arrestato il "mago" di Sanremo (Francesco D.B.): deve scontare una condanna per circonvenzione d'incapace; negli ultimi mesi si era messo a vendere case nell'aldilà.
10/02 - Catania, Chieti, Pescara, Roma, arrestati quattro satanisti (angeli di Sodoma) che drogavano e violentavano minori.
10/02 - Cagliari, chiesto il rinvio a giudizio di 3 esponenti di Scientology per estorsione, dopo il suicidio di un giovane adepto (19 anni) disturbato da continue richieste di denaro.
10/02 - Milano, chiesto il rinvio a giudizio per Wanna Marchi e c.

TESTIMONIANZA INEDITA SU WANNA MARCHI
LE AUTORITA' ERANO INFORMATE DEL "MAGO" DO NAISIMENTO FIN DAL 1995. MA I PRIMI PROVVEDIMENTI GIUDIZIARI SONO STATI PRESI SOLO NEL 2001. NEL FRATTEMPO MIGLIAIA E MIGLIAIA DI FAMIGLIE E CITTADINI SONO STATI RAGGIRATI NELLA TOTALE INDIFFERENZA DI CHI AVREBBE DOVUTO TUTELARLI. OGGI SIAMO IN GRADO DI DIMOSTRARE CHE LA MAGISTRATURA SAPEVA TUTTO ANCORA PRIMA. UNA TRASMISSIONE TELEVISIVA DEL 1992, NELLA QUALE MAURIZIO COSTANZO, PER CONTO DI UN NETWORK, INTERVISTAVA UN PUBBLICITARIO, RIVELAVA CHE: 1) LE DENUNCE ERANO GIA' STATE PRESENTATE; 2) IL MECCANISMO DEI "MAGHI" INVENTATI O INESISTENTI ERA GIA' OPERATIVO; 3) I RAGGIRI DI WANNA MARCHI E SOCI E LE LORO INTENZIONI DI ESPATRIARE E COSTITUIRE CAPITALI ALL'ESTERO ERANO GIA' STATI SEGNALATI. PERCHE' NON E' INTERVENUTO NESSUNO? PERCHE' CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE E FAMIGLIE SONO STATE FATTE CADERE NELLE GRINFIE DI UNA BANDA DI RICATTATORI? CHI AVEVA INTERESSE A NON FERMARE IL PEGGIORE BUSINESS DELLA STORIA DEI "MEDIA"? ECCO IL TESTO DI QUELL'INTERVISTA.

PROGRAMMA "DOPO CENA" DEL 01/03/1992, TRASMESSO DA UN NETWORK E CONDOTTO DA MAURIZIO COSTANZO. INTERVISTA A CARLO IBBA, PUBBLICITARIO, IDEATORE DELLE TELEVENDITE DEI "MAGHI" IN TV.
Ibba: Io andrò in tutta Italia, dove… laddove mi si vorrà ospitare a descrivere minuziosamente come funziona questo ricatto degli amuleti mandati, poi la gente viene richiamata eccetera eccetera…
Costanzo: Ne parliamo tra un attimo… (pausa pubblicitaria - n.d.r.)
Costanzo: Perché poi i testimoni sono in tutta Italia, cioè nel senso sono alcuni con dialetti parlano un po' romano, altri che parlano milanese, cioè è fatto con molta cura. Signor Ibba, racconti la storia, il ricatto, noi ci siamo lasciati prima della pubblicità dicendo perché c'è un ricatto. Qual è?
Ibba: Sì eh… questa gente invece di distribuire il classico amuleto o talismano che questi guaritori danno, ne dà uno che è compo… è composto di due pezzi, cioè gliene mandano uno e nel filmato si vede che l'altro viene custodito in una, in un cofanetto dal mago…
Costanzo: Sì, e si vede anche la mano del mago sul cofanetto…
Ibba: Bravo, proprio così. Allora tenga conto che si tratta di… di… questi fanno distribuzione a livello di 500/6 pezzi al giorno, con un fatturato che…
Costanzo: 500 pezzi al giorno?
Ibba: Sì, stiamo parlando di un miliardo, un miliardo e mezzo all'anno, ah mi scusi, al mese… e qua c'è parecchia gente che sa queste cose perché… hanno lavorato con me eh… e sanno, appunto, che fatturati scaturiscano da questi maghi. Poi ci sono quelli che, che sono in regola so, perché gli stessi legali mi dicevano che se questa gente paga le tasse, in teoria sono in regola; e questi che sono dei commercialisti, sono degli avvocati fanno tutto perfettamente in regola eh… ed è una holding che ha sede in Svizzera, che possiede diverse finanziarie, assicurazioni in Italia, ed è una truffa colossale sotto gli occhi di tutti. C'è il magistrato (nome coperto da bip - n.d.r.)… da questo microfoni vorrei sollecitare di essere interrogato, inquisito, mi si faccia quello che vuole, ma per favore fermi questa gente perché sono una banda di truffatori di… di… di bassa lega, perché poi richiamano queste persone e gli dicono "guarda che il mago possiede ancora l'altro mezzo amuleto, quindi se non vuoi vedere la tua vita…" perché è ovvio che… se agli occhi di chi chiede questa roba il mago ha carisma, cioè ci crede…
Costanzo: Se no non lo chiederebbe.
Ibba: Eh, non lo chiederebbe. Nel momento in cui ci crede se tutto quello che dice il mago si avvera.
Costanzo: Però, io adesso voglio fare un attimo l'avvocato del diavolo, in realtà m… si dovrebbe sostanziare la circonvenzione d'incapace, perché se è tutto regolare, cioè se io ti mando una cosa e ti dico eh… e tu me la paghi e io t'avevo detto da prima che me la devi pagare… se io su quello ci pago le tasse, quindi è tutto a posto; poi io che colpa ce n'ho se… se a un certo punto vendo… c'è stato, ci son stati dei momenti nei quali si è venduta l'a… l'acqua della fontana di Trevi, si è venduta una scatoletta c'era scritto "aria di Roma", e dentro non c'era mica niente, era aria di Roma, uno dice va be', ma se uno lo compra ma che… eh che devo fa', è un incauto acquisto caso mai, ma non è una… Ecco come fa lei a… lei li eh li co li li accusa per… per cose che hanno fatto a lei, non per il discorso in generale, perché se no non riesco a capire i motivi…
Ibba: No, perché si vede… sarebbe scorretto, per quello c'è, dovrebbe esserci, io dico che c'è… in Italia sia la politica, ma anche la giustizia bloccata, quindi dovrebbe, ecco perché uso il condizionale, esserci la giustizia a pensare a quelle cose. Qui si tratta di questo, però dovremmo parlare per cinque ore per stabilire chi sono i maghi veri e chi quelli fasulli…
Costanzo: Eh…
Ibba: Allora, qui il punto è questo: sia nella pubblicità stampa che in quella televisiva è, è manifesto il ricatto psicologico, cioè eh dopo che hanno avuto l'oggetto, se non pagano, questa gente viene comunque perseguitata telefonicamente, io di questo, evidentemente, ho tutte le prove, perché abbiamo fatto tutti…
Costanzo: Ecco, questo…
Ibba: Ho fatto due anni di indagini su questa cosa, e ho registrazioni, ho tutto pronto se (nome di un magistrato coperto da bip - n.d.r.) finalmente vorrà sentirmi in proposito.
Costanzo: Perché lei non è stato mai chiamato, non è stato mai sentito… (voci sovrapposte - n.d.r.)
Ibba: Mi ricordo di aver fatto veramente una… una caciara pazzesca su L'Unione (quotidiano sardo - n.d.r.), ho tentato in tutte le maniere di coinvolgere… sto preparando un dossier per tutti i…
Costanzo: Perché a lei non la querelano perché…
Ibba: E beh…
Costanzo: Certo…
Ibba: Me la dovrebbero… eh… io dimostrerei immediatamente che quello che sto dicendo è vero e probabilmente loro avrebbero l'intoppo in questa grossa organizzazione, che ormai è ini Spagna, in America…
Costanzo: La stessa?
Ibba: Sì, perché hanno come copertura, questa organizzazione, che prima si occupavano di cambiali scadute eccetera, era un piccolo studio di avvocati, era è… è il fratello di un mio amico che so che è stato qui domenica scorsa eh… eh… ospite, eh… e che lavora nel mio campo, che me lo ha presentato appunto questo giovane avvocato, poi avvocato è saltato fuori non era, guardi un macello eh… eh… dicevo?
Costanzo: No, diceva che anche in America sono arrivati…
Ibba: Sì ah, ecco, sì, dopo per… coprire evidentemente questi fatturati pazzeschi, che sono documentabili perché basta guardare la contabilità della… della società che distribuiva… quella che avevano in carico loro, e capire quindi il raffronto, eh… hanno preso a gestire anche Wanna Marchi, la famosa…
Costanzo: Ah sì…
Ibba: Sì, che però in realtà è una copertura, perché gli spazi televisivi vengono acquistati per divulgare capillarmente in tutta Italia, soprattutto nella provincia perché è più… eh… la gente è più… evidentemente non ha cultura e più crede a questi… a questi guaritori, eh… e li perseguitano, in realtà…
Costanzo: Wanna Marchi per le alghe però, non mica dà…
Ibba: No, Wanna Marchi sì, però adesso ho sentito che anche lei sta prendendo la direzione del magico, peraltro se ne parlerà sempre di più, lei vedrà nei prossimi anni come ci sarà un desiderio, una voglia di… di misticismo, di spiritualità, ormai… (voci sovrapposte - n.d.r.)
Costanzo: Signor Ibba, io… ne riparliamo ancora, vediamo come andiamo come tem…

DISEGNO DI LEGGE: NORME PER CONTRASTARE LA MANIPOLAZIONE PSICOLOGICA (assegnato alla Commissione Giustizia del Senato, primo firmatario sen. Renato Meduri)
Art. 1.
1. Chiunque, mediante violenza, minacce, suggestioni o con qualunque altro mezzo, condizionando e coartando la formazione dell'altrui volontà, pone taluno in uno stato di soggezione tale da escludere o limitare la libertà di agire, la capacità di autodeterminazione e quella di sottrarsi alle imposizioni altrui, è punito con la reclusione da sei a dodici anni.
2. Costituisce aggravante se tramite i mezzi indicati al comma 1, la vittima è indotta a compiere atti lesivi o pericolosi per la propria o per l'altrui integrità fisica o psichica.
3. Se i fatti previsti nei commi 1 e 2 sono commessi in danno di persona minore di anni diciotto, la pena non può essere inferiore a dieci anni di reclusione.

SOSTANZE NATURALI (A) E PSICOATTIVE (B) USATE DA SINGOLI O GRUPPI PER SOTTOMETTERE GLI ADEPTI
(A)
ACONITO: cresce nell'area del mar Mediterraneo e determina un sensibile rallentamento cardiaco e ipotensione. Dà la sensazione di volare. La coscienza è lucida fino all'ultimo. Si applica sulla pelle.
ALCOL ETILICO (o etanolo): il ruolo dell'alcool nell'incrementare l'aggressività umana è stato dimostrato ripetutamente, anche se sembra intenzionalmente ignorato; nei minori, vittime dei pedocriminali, è usato per stimolare l'aggressività. L'alcool (pure in piccole dosi) libera la persona dalle sue inibizioni, inducendo disorientamento, confusione e allucinazioni. Determina una grave compromissione del controllo motorio e sensoriale con psicosi pseudoparanoidi, disorientamento temporale, ideazione delirante, senso di potenza, grandiosità e persecuzione, demenza persistente, intossicazione, ansia, disturbo anamnestico persistente, dell'umore, del sonno, della personalità: più l'età è precoce, più c'è possibilità di dipendenza e disturbi correlati.
AMANITA MUSCARIA (e amanita panterina): fungo velenoso coltivato nella penisola di Kamchatka. Provoca effetti allucinatori ed estasi, rallentamento del battito cardiaco, aumento di sudorazione e salivazione. Eliminato con le urine, conserva la sua attività fino a 5 passaggi. Per questo motivo taluni simpatizzanti "new age", anche nel nostro Paese, allo scopo di prolungare lo stato allucinatorio, invitano a berle.
AMYS (o popper): nitrito di amile, distribuito in fiale, che può provocare flash, dopo inalazione o iniezione. Viene usato come eccitante sessuale. In alta Italia e in Svizzera è raffigurato, sui muri, con un omino dal cervello deconnesso, che indica un percorso.
ARECA CATECHU: cresce nel sub continente indiano e nel sud-est asiatico. Abbinata ad altre erbe suscita euforia.
AYAHUASCA: originaria del Perù, provoca allucinazioni e viene somministrata per scopi pseudo-divinatori o telepatici. Può generare gravi intossicazioni epatiche. E' usata dalla setta "Santo Daime" o "Unione dei Vegetali", presente anche in Italia. Il suo principio attivo è la banisterina.
BANISTERIA (detta telepatina): cresce nelle regioni tropicali e sub-tropicali del continente americano. Provoca la sensazione di essere dotati di facoltà extrasensoriali.
BELLADONNA: cresce in Europa e Asia. Produce eccitamento, delirio, vertigini, disturbi visivi e auditivi.
BUFOTENINA: allucinogeno estratto dalla pelle di rospo e citato nel cosiddetto "breviario delle streghe".
BURUNDANGA: polvere inodore e incolore estratta da un arbusto (borrachera), tipico dell'area tropicale andina (Colombia). Genera ipnosi chimica, annulla la volontà, provoca perdita di memoria ed è utilizzata nelle cerimonie religiose. Ogni anno almeno 6000 persone, a Bogotà, finiscono all'ospedale a causa di questa droga. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro, senza che possano rendersene conto.
CLAVICEPS: cagiona debolezza fisica, alterazioni visive, deliri e depersonalizzazione. Il suo principio attivo contiene LSD, utilizzato dalla setta buddista giapponese "Zen" (da cui "instant zen": stato allucinatorio istantaneo, senza meditazione).
COCA: è estratta da una foglia omonima che cresce nelle Ande. Chi la consuma cerca energia, potenza e una forte dose di stimolazione sessuale. Può provocare deliri e allucinazioni e, a lungo andare, gravi problemi cardiaci. Genera aggressività e illusoria resistenza fisica. E' usata (oltre che dai cosiddetti "vip") all'interno di sètte di ispirazione orientale e "new age" (tale Nitti, appartenente ad una rete "pedo", è stato fermato in Svizzera, dove usava cioccolatini ripieni di cocaina).
COHOBA: pianta in polvere allucinogena di Haiti, usata per le estasi nelle cerimonie religiose.
CORYDALIS: comune in Europa e in Canada, provoca catalessia e perdita dell'iniziativa motoria e della capacità di modificare una posizione.
DATURA (o yerba del diablo): si trova sempre nel Messico e in Arizona. Suscita allucinazioni, estasi, effetti "magici" (nei cosiddetti "stregoni"), senso di forza e onnipotenza. In Ecuador viene data ai bambini "difficili" perché si crede che, dopo l'assunzione, gli spiriti degli antenati tornino a sedarli.
ECSTASY: anfetamina con allucinogeno. La sua larga diffusione in discoteca e la possibilità di produrla in laboratorio l'hanno resa accessibile a tutti, anche se non si sa con precisione cosa contenga una cosiddetta "pasticca". Assunta per via orale, attiva le funzioni psichiche, generando parole fluenti e rapporti facili. Provoca dilatazione delle pupille, dimagrimento, schizofrenia, stati alterati di coscienza e gravi problemi cardiaci.
GHB: sostanza di laboratorio, chiamata anche "ecstasy liquida", priva di odore e colore e leggermente salata. Provoca ipnosi chimica e danni irreparabili agli organi interni. E' facilmente somministrabile con qualunque bevanda; se però viene assunta insieme ad altre droghe e/o all'alcool, costituisce un cocktail mortale. Ha effetti disibinitori e aumenta le prestazioni sessuali. Viene fatta assumere alle donne per abusare di loro senza che possano reagire. Effetti collaterali: vertigini, nausee e incontinenza.
IPOMOEA TRICOLOR (e rivea corymbosa o yerba del serpiente): cresce anch'essa in Messico e provoca perdita di coscienza, depersonalizzazione, apatia e produzione di visioni.
KAT: erba dello Yemen e dell'Etiopia usata come allucinogeno e afrodisiaco.
KAWAKAWA: radice di pianta polinesiana, con effetti simili all'alcool ed alla marijuana. Provoca rilassamento, euforia e talora percezioni psichiche alterate.
MANDRAGORA: radice afrodisiaca e velenosa, produce ebbrezza ed effetti narcotici. Chi dice che guarisce dalla sterilità afferma il falso.
MARIJUANA (e hashish): foglie e fiori di erba, seccati e trinciati, o resina estratta dalla stessa pianta. E' la più consumata nel mondo; provoca immaginazione, percezioni, distacco dalla realtà, disturbi della memoria e deficit immunitari.
NYMPHAEA AMPLA: vive in Messico e determina stati di trance con apparenti facoltà visionarie.
ORANGE MUSHROOMS: fungo allucinogeno arancione.
PEGANUM HARMALA: pianta ornamentale presente in Russia, Francia, Spagna ed Egitto. Determina euforia, senso di leggerezza, allucinazioni, convulsioni e pseudo-predizioni. In Italia cresce spontaneamente solo nei dintorni di Cagliari.
PEYOTL: nasce negli Stati Uniti e nel Messico. Produce ebbrezza, allucinazioni colorate, visioni terribili e riduzione del campo visivo. Dal peyotl si isola la mescalina, in grado di modificare la coscienza in maniera profonda. E' usata dalla setta "Chiesa di Cristo del Peyotl" che adora questa sostanza al posto dell'ostia.
PSYLOCIBE: fungo "sacro" presente ancora in Messico, chiamato pure "teonanacatl". Determina allucinazioni, sensazione di volare, di chiaroveggenza e di trasmissione del pensiero.
STP: allucinogeno sintetico che provoca "viaggi cattivi", contrariamente a quanto affermato (cioè che sia stato inventato dagli angeli dell'inferno per produrre serenità e pace).
STRAMONIO: originario del mar Caspio, è ormai presente su tutte le sponde del Mediterraneo. Provoca gli stessi effetti della belladonna. E' detto "erba del diavolo" (come la datura).
TABERNANTHE IBOGA: cresce nel Congo. E' utilizzata per combattere la fatica e ottenere l'estasi.
VOLUBILIS: estratto allucinogeno di due piante rampicanti.

(B)
Numerosi sono anche gli psicofarmaci, usati da gruppi e/o multinazionali criminali con copertura più o meno umanitaria, sociale ecc. Alcune istruttorie (vedi processo Dutroux, Belgio) hanno evidenziato il loro uso per "rompere" la volontà dei minori; il termine esatto è "pedoclastia", che significa, appunto, "rompere" il bambino. Si dividono in antipsicotici maggiori e ipnotici maggiori.
ALOPERIDOLO: potente molecola e capostipite di una serie di antipsicotici maggiori. Nel periodo della contestazione al comunismo in Russia è stato usato sui prigionieri politici per annientarne la volontà, diminuire il livello dell'intelligenza e spesso spingere al suicidio. Tale farmaco (documentato) è stato usato sui minori violentati ed uccisi in Belgio.
AMITRIPTILINA (Redomex): antidepressivo triciclico. Anche questo psicofarmaco è stato trovato in grandi quantità nella farmacia personale di Dutroux: lo usava sui minori per "ammorbidirli".
FLUNITRAZEPAM: usato nel trattamento a breve termine dell'insonnia. Negli Stati Uniti è chiamato "pillola dell'oblio". Colui che prende tale sostanza non dorme, non può parlare, camminare ecc. Rende apatici, svuotati e dà la sensazione che tutto ciò succede è voluto dalla stessa persona che lo ha ingerito.
KETAMINA: anestetico generale che viene utilizzato per uso umano e veterinario. La sua azione anestetica è particolare; va assunta in ambiente silenzioso, in quanto i minimi stimoli provocano forti emozioni; è anche chiamato anestetico dissociativo, poiché provoca allucinazioni particolarmente vivide, intense e colorate, esperienze extracorporee, visioni di altre realtà (mistiche ecc.); dosi subanestetiche della ketamina provocano quindi effetti psichedelici. Di solito, in anestesia, la ketamina è usata con benzodiazepina, che induce amnesia delle allucinazioni; inoltre non è necessaria la respirazione assistita, poiché a dosaggi normali non diminuiscono respirazione e circolazione. La ketamina è un prodotto sintetico; per scopi psichedelici viene venduta sotto i nomi di Special K, Vitamina K, Ket, Kitkat, Purple, Superacid; è stata usata dagli psiconauti per esperienze fuori dal corpo o di premorte. La ketamina si può "sniffare" e assumere anche per via intramuscolare, orale e rettale.
PCP (feniciclidina o benctazina): è chiamata anche "polvere degli angeli" e "droga della ricreazione o del benessere"; ha effetti psicostimolanti. E' usata come sostanza psichedelica per esperienze di stati alterati di coscienza.
REACTIVAN: è stato ritirato dalla vendita; non è più presente nella farmacopea ufficiale. E' composto di anfetamine e sostanze stabilizzanti dell'umore. E' ancora venduto in alcune nazioni europee ed africane.

Per ulteriori informazioni su questo argomento rivolgersi al dottor Giorgio Gagliardi, psichiatra, nostro consulente: 031/681025 - 682409, 347/4712328.

TELEFONO ANTIPLAGIO DENUNCIA IN SEDE PENALE L'OMEOPATIA
Alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania (SS)
Illustrissimo signor Procuratore,
io sottoscritto Giovanni Panunzio, nato a **** e residente a ****, coordinatore nazionale del Comitato di Volontariato Telefono Antiplagio, espongo quanto segue.
1. Nella maggior parte delle farmacie sono in vendita numerose confezioni sulle quali campeggiano nomi di specifiche sostanze o insiemi di sostanze, spesso di origine vegetale; tali confezioni contengono in realtà soltanto acqua o alcool e altre molecole farmacologicamente inerti (amido,
eccipienti vari), che nulla hanno che fare con le sostanze indicate sulla confezione. Tali prodotti sono generalmente presentati come "rimedi omeopatici", "prodotti omeopatici" o come "medicinali omeopatici". Tra i tanti prodotti di tal fatta, posso indicare "arnica mont." (prodotta dalla ****), "causticum, gelsemium semp." e "aurum met." (prodotte dalla **** Officina di ****).
2. Gli omeopati sostengono che, pur in assenza delle sostanze indicate sulla confezione, il "rimedio omeopatico" funziona perché l'acqua (o l'alcool) conservano il ricordo della sostanza prescelta dagli omeopati e producono in tal modo gli effetti favorevoli al paziente che sono a essa ricollegabili. A
tale proposito, negli ambienti dell'omeopatia e nei testi che trattano la materia, si parla di "memoria dell'acqua". La presunta capacità mnemonica dell'acqua e dell'alcool non trova riscontri nelle leggi scientifiche universalmente riconosciute.
3. La medicina scientifica ascrive i successi vantati dagli omeopati in parte al puro caso (malattie di per sé in fase di regresso) e in parte all'effetto placebo, cioè a meccanismi psicosomatici innescati dalla fiducia del paziente nell'efficacia di un preparato, in maniera del tutto indipendente dalle sue intrinseche caratteristiche.
4. Risultano in tal modo realizzati innumerevoli fatti di vendita, a prezzi paragonabili a quelli dei medicinali, di prodotti - i "rimedi omeopatici" - nei quali non è presente la minima traccia di sostanze curative; ciò può tradire la fiducia di numerosissime persone con seri problemi di salute.
Espongo tutto ciò affinché l'Autorità Giudiziaria possa perseguire tali fatti nell'eventualità che essi integrino ipotesi di reato. Produco in originale una Consulenza Tecnica redatta dal professor Stefano Cagliano e deposito una confezione di ciascuno dei "rimedi omeopatici" indicati nel precedente punto 1. Chiedo di essere informato in caso di archiviazione e mi oppongo - ai sensi dell'art. 459, comma I, c.p.p. - a che si proceda per decreto penale di condanna. Nomino miei difensori gli avvocati Giovanni Cabras e Giovanni Manca Zedda del Foro di Cagliari.

INDAGINE SULL'OMEOPATIA REALIZZATA DAL SETTIMANALE "MAI DIRE ITALIA", NELLA PROVINCIA DI CAGLIARI, SU UN CAMPIONE DI 1.100 PERSONE DI ETA' COMPRESA TRA I 25 E I 55 ANNI

Alla domanda: cos'è, secondo lei, l'omeopatia?
Hanno risposto:
86% una medicina naturale,
6% la diluizione di un prodotto vegetale,
8% non so.

CIO' EVIDENZIA CHE:
1) LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLA POPOLAZIONE CONFONDE L'OMEOPATIA CON LA FITOTERAPIA;
2) LA VENDITA DELLE SOSTANZE OMEOPATICHE E' FAVORITA DALLA NON-CONOSCENZA DELLE DILUIZIONI: CONSEGUENZA DELLE SCARSE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLE CONFEZIONI DEI PRODOTTI OMEOPATICI.
Se è vero quindi - secondo quanto emerge da una recente indagine dell'Istituto Superiore di Sanità e dell'Istat - che:
* circa 9 milioni di italiani hanno fatto uso, almeno una volta nella vita, di una terapia non convenzionale;
* di questi, il 9,2% sono bambini tra i 0 e 14 anni;
* l'omeopatia è la terapia non convenzionale più utilizzata (7,7%), seguita dalle erbe medicinali (2,5%);
* il 78,5% dei genitori di bimbi curati con l'omeopatia parla di benefici (ANSA 29/12/01);
E' ANCHE VERO CHE: 1) LA "TERAPIA NON CONVENZIONALE" PIÙ USATA, PURTROPPO E' LA MENO CONOSCIUTA; 2) I COSIDDETTI "BENEFICI" SUI BAMBINI RAPPRESENTANO UN DATO INSUFFICIENTE IN QUANTO RIGUARDANO IL 78,5% DEL 7,7%, OVVERO SOLO IL 6% DEL TOTALE.

ERRORI DI ASTROLOGI E VEGGENTI
Sia gli astrologi antichi che quelli moderni hanno commesso e continuano a commettere errori plateali, perché secondo loro il cielo era ed è definito e definitivo, oltre che piatto. E' ovvio che non hanno mai tenuto conto del movimento della Terra. Tutto ciò risulta ancora più assurdo se si considera che con le loro stravaganti teorie hanno condizionato governi, popoli e culture. La riprova è l'attuale errata datazione dei cosiddetti "segni zodiacali". Ogni anno, a causa del movimento della Terra, la costellazione che per 30 giorni si vede scorrere dietro il sole scivola di quasi 1/60° di grado: in circa duemila anni, quindi, viene sostituita da quella che la precede. Per esempio, dal 23 luglio al 21 agosto non siamo più sotto il segno del Leone (come all'epoca dell'imperatore Augusto), ma metà Cancro e metà Gemelli. Il Leone evidentemente ha cambiato data, ed anche gli altri 11 segni. Però nessuno lo dice, tanto meno gli astrologi, che hanno tutto l'interesse a non far trasparire gli errori e i limiti della loro pseudo-scienza o fanta-scienza (che nella notte di san Lorenzo, per esempio, li conduce a parlare di stelle anziché meteoriti).

NOSTRADAMUS
A proposito della fantomatica "predizione" di Nostradamus sull'attacco terroristico contro gli USA, la quartina "interpretata" è la stessa identica quartina propinataci per l'eclisse solare di tre anni fa. Allora c'erano Saddam Hussein e la MIR che doveva cadere su Parigi. "Sept mois", però, non tornava perché l'eclisse era in agosto e non in settembre, e nemmeno in luglio: "settimo mese". E allora è stata tirata fuori una complicata versione secondo la quale, dato che la profezia sarebbe stata scritta prima della riforma gregoriana e prima del salto di 14 giorni, si poteva ammettere che l'11 agosto corrispondesse ad un giorno di luglio (secondo il vecchio calendario). Poi l'hanno riciclata per l'episodio del Concorde che si è schiantato a Parigi (e in quel caso "Angolmois" non voleva affatto dire "angloamericano", ma "di Angouleme", ossia francese). Perché, dunque, i cosiddetti "studiosi di Nostradamus" non mettono da parte la quartina in questione e cominciano a sceglierne qualcun'altra? Oltretutto, nel testo era citato esplicitamente il numero "1999", che faceva pensare ad una data precisa: cosa che normalmente nelle quartine di Nostradamus non c'è mai. Quindi, per quale motivo volerla riutilizzare a tutti i costi nel 2001, se in precedenza è andata male? Tra l'altro potevano farsi vivi prima certi sedicenti "studiosi", così si evitava tutto questo caos. Evidentemente sono solo sciacalli, pronti a strumentalizzare perfino le immani tragedie dell'umanità, pur di farsi pubblicità. Infine, colui che ha dato la spiegazione di cui sopra è lo stesso che aveva "previsto" la morte di Giovanni Paolo II nel 1999 (fonte ADN Kronos).

AMERICA: PRIMA E SECONDA SFIDA DEL SECOLO
Nel 1900 il grande prestigiatore Harry Houdini scommise in America 10.000 dollari con qualunque "medium" che fosse stato "in grado di produrre qualsiasi cosa denominata "manifestazione psichica" non riproducibile o non spiegabile. Nessuno pero', fino alla scomparsa di Houdini, e' riuscito ad aggiudicarsi la somma. In tempi recenti, un altro illusionista americano, James Randi, ha riproposto la sfida, mettendo in palio 1 milione di dollari. Ma anche in questo caso nessun "spiritista, sensitivo, veggente" e' riuscito a vincere. In 100 anni di storia non e' mai stato prodotto alcun "fenomeno paranormale" che non fosse riproducibile con un trucco o spiegabile con le leggi fisiche. A distanza di un secolo, l'Europa ripropone la sfida, per iniziativa dell'illusionista italiano Alfredo Barrago: presidente di Telefono Antiplagio, socio "International Brotherhood of Magicians" di New York; socio "Club Magico Italiano"; socio fondatore "CICAP" Sardegna, Comitato Italiano Controllo Affermazioni Paranormale.

EUROPA: PRIMA SFIDA DEL MILLENNIO
Il nostro presidente, Alfredo Barrago, scommette 50.000 euro (circa 100 milioni di lire) con chiunque sia in grado di dimostrare che almeno un "fenomeno" prodotto da "medium, veggenti, sensitivi ecc." è di natura paranormale. Ogniqualvolta la dimostrazione dovesse fallire, Alfredo Barrago devolverà la somma (da lui vinta) in beneficenza.

ATTESTATI E PREMI
Anche quest'anno Telefono Antiplagio assegna gli attestati "dalla parte dei cittadini", "dalla parte dei ciarlatani" e il premio "asino che vola".

DALLA PARTE DEI CITTADINI 2002 al giornale FOCUS - MOTIVAZIONE: ha confutato svariate affermazioni sulla parapsicologia e smascherato fenomeni "paranormali" inesistenti.

DALLA PARTE DEI CIARLATANI 2002 al Ministro delle Comunicazioni MAURIZIO GASPARRI - MOTIVAZIONE: ha varato un codice di autoregolamentazione per le televendite di cartomanzia che dà credibilità alla categoria dei ciarlatani e non risolve il problema di chi viene raggirato.

ASINO CHE VOLA 2002 alla trasmissione tv "Il Sogno dell'Angelo" [che vola anche lui (La 7)], condotta da Caterine Spack - MOTIVAZIONE: pubblicizza personaggi che inducono al pensiero magico-esoterico, in assenza totale di contraddittorio e senza alcun atteggiamento critico.

I RICONOSCIMENTI SONO STATI RECAPITATI AI DIRETTI INTERESSATI TELEFONICAMENTE (VIA-FAX) E/O PSICOMETRICAMENTE.

N.B. Attestati e premi degli anni precedenti sono pubblicati nel sito internet www.antiplagio.org e nel sito in lingua inglese www.antiplagio.org/eng .

 

barra.gif (1564 bytes)
Home-Antiplagio

Isola Sarda © 1997-2005 - Associazione Culturale Ciberterra - Responsabile: Giorgio Plazzotta
I contenuti appartengono ai rispettivi autori - Tutti i diritti riservati
The contents belong to the respective authors - All rights reserved